19 Agosto 2019
[]

NEWS
percorso: Home > NEWS > News Generiche

Senza Parole !!!

24-03-2010 - News Generiche
Stavo scorrendo le notizie sul messaggero online e mi è caduto l´occhio su un paio di segnalazioni di "protesta" per la Maratona di Roma. Ebbene, mentre per il primo articolo sono perfettamente solidale, per il secondo essendo un corridore amatoriale, mi sono veramente sentito offeso da quello che ho letto e inviterei tutti a far girare quello che è stato scritto.

PRIMO ARTICOLO

Buon giorno vorrei segnalare un grave episodio di inefficienza, ottusita´ e mancanza di elasticita´ da parte dei vigili urbani che hanno presidiato i blocchi del traffico in zona Tre archi (Via delle Concie), Piazza Albania e tutte le zone limitrofe al quartiere Testaccio per la maratona di domenica 21 marzo.
Alle ore 11 mio marito si è recato da fuori Roma a prendere mia madre di 86 anni invalida al 100 % che lo aspettava fuori della Chiesa del Testaccio per passare una domenica in nostra compagnia. Arrivato con la macchina nella succitata zona Tre Archi gli è stato negato l´accesso al quartiere in quanto transennato per la gara podistica.
Mio marito ha mostrato il contrassegno di invalidità e dichiarato che l´anziana è ipovedente e si sarebbe trovata sola ad aspettarlo senza aver modo di essere avvertita del ritardo. Non c´è stato nulla da fare: è stato spedito verso l´Aventino dove anche li è stato bloccato e nessuno ha voluto ascoltare le sue ragioni o trovare una soluzione per poter risolvere la situazione.
Dopo tanto girovagare e pregare per poter arrivare il più vicino possibile al luogo dell´appuntamento, mio marito ha parcheggiato vicino alle poste di via Marmorata e si è recato 20 minuti più tardi all´incontro con mia madre, che ha trovato stanca di aspettare e un po´ preoccupata. Il bello però è stato che mia madre ha dovuto percorrere tutto il tragitto a piedi, che dalla Chiesa di Testaccio alle poste di via Marmorata sarà più di 1 km, e per una persona invalida, ipovedente e con protesi al ginocchio (si serve di un bastone per poter deambulare) non è proprio cosa da poco e per tutto il giorno è dovuta stare a riposo.
Possibile che per la maratona tutto il quartiere è rimasto inaccessibile? Possibile che per questi casi così particolari non ci sia stato modo di risolvere con un può di buon senso e un po´ di umanità la situazione? Evviva la tutela dell´ anziano e del disabile!
Paola Baldi


SECONDO ARTICOLO

Rispondo, anzi faccio eco alla lettera della signora che, in relazione alla maratona di Roma, ha segnalato il caso della madre di 86 anni. Il mio è un caso meno grave, rispetto a quello accaduto alla signora, ma non coincide per niente e comunque con i facili entusiasmi del sindaco Alemanno e dei suoi predecessori, che per una stupida corsa mettono in ginocchio una città.
Roma era già stata pesantemente provata dai disagi arrecati, sabato, da ben tre - e dico tre- manifestazioni in un giorno. E già questo, non dovrebbe essere consentito. Poi, come se non bastasse, domenica si è aggiunta la maratona, che personalmente, tra l´altro, trovo oltremodo ridicola e inopportuna. Primo, perché ogni anno ci scappa il morto, e già per questo motivo non dovrebbe essere consentita. Secondo, perché non si può bloccare la città per una massa di deficienti asfittici che hanno scelto di correre non già in campagna o zona periferica come dovrebbero, bensì in pieno centro, con tanto di limitazioni e deviazioni del traffico per l´intera giornata.
Mi ero infatti illusa che, alle 16,30 la corsetta fosse ormai terminata, e dunque mi sono accinta ad arrivare in centro avendo appuntamento con un´amica. Interminabile, quanto vana attesa alla fermata dell´autobus, che ovviamente non passava. Vana attesa anche ai capolinea dove, di autobus, manco l´ombra.
Finalmente, caracollando, ne giunge uno. Ritenendomi fortunata, salto su, ma il mio colpo di fortuna è di breve durata. Infatti, anziché intraprendere il percorso solito, l´autobus in questione, tra lo smarrimento dei passeggeri, sta per imboccare nientepopodimenoche il...Muro Torto, vale a dire tutt´altra parte rispetto a quella in cui dovevamo recarci.
Proteste, confusione, domande fra noi e anche all´autista, ma non riesco a capire una parola di ciò che sta dicendo. Così, avanzo e chiedo direttamente perché mai abbia cambiato il percorso dal momento che la maratona è finita da più di due ore. Risposta: "stanno mettendo in ordine". Domanda: "e adesso, io, dove scendo?" Risposta: "alla metropolitana di Piazza di Spagna".
Che cavolo c´entra? Mi chiedo perplessa, e fortunatamente ho l´intuizione di "sbarcare" direttamente lì, e cercare di tornare indietro "a pedagna". Non ci sono autobus né taxi in giro. Ho una maledetta lombosciatalgia che mi tormenta per il dolore, ma sono costretta, pena perdere l´appuntamento, a percorrere a piedi l´intera Via Ripetta e oltre.
Arrivo a pezzi, esausta, ma tanto non gliene frega niente a nessuno. Quest´altr´anno la maratona si correrà di nuovo, ci scapperanno altri morti, e altri disagi. Il sindaco, ci scommetto, rimarrà lo stesso, e anche se cambiasse, se ne fregherebbe ugualmente dei problemi dei romani. Tanto, a Roma, in una domenica di sole, lui certo non ci starà: essere mooolto furbo!
Alessia Marini


Roberto Tiberi

Fonte: Il Messaggero



Informativa
Informativa L. 675/96

Ai sensi dell´articolo 10, comma 1, della Legge 31.12.1996, n. 675, e successive modificazioni, in relazione ai Suoi dati personali, che l´A.S. Amatori Castelfusano deve trattare, Le forniamo la seguente informativa.

I dati personali possono essere comuni o sensibili. Sono comuni i seguenti dati personali: cognome e nome, data di nascita, residenza, abitazione, codice fiscale. Sono sensibili i dati personali idonei a rilevare lo stato di salute (certificati medici).

I dati personali da Lei conferiti e le eventuali variazioni di tali dati che Ella comunicherà in futuro all´A.S. Amatori Castelfusano, possono essere trattati per le finalità e con le modalità di seguito indicate.

Il trattamento che intendiamo effettuare è finalizzato esclusivamente alla normale gestione delle attività sportive che rientrano nello scopo dell´Associazione stessa, quali ad esempio l´organizzazione e/o partecipazione a gare, campionati, manifestazioni sportive e ogni altra iniziativa utile per la propaganda e la diffusione dell´atletica leggera
Esso sarà svolto con l´ausilio di sistemi informatici e può comprendere le operazioni o complesso di operazioni indicate nell´articolo 1, comma 2, lettera b) della Legge n. 675 del 1996. I dati personali, ai sensi di quanto disposto dall´articolo 9 della predetta Legge saranno trattati secondo i principi di correttezza, liceità e trasparenza, con tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti, esclusivamente per le finalità sopra indicate e saranno conservati per il periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
Il trattamento dei dati personali è effettuato con misure organizzative, fisiche e logiche idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza; in particolare: classificazione dei dati, controlli periodici, custodia, controllo anti virus, backup periodici.
I dati personali, per quanto di rispettiva competenza, potranno essere comunicati ai seguenti soggetti:
• altre Associazioni Sportive organizzatrici di manifestazioni e gare sportive
• eventuali organismi di informazione sportiva quali: giornali, siti internet, TV pubbliche o private, etc.
L´art. 13 della Legge n. 675 del 1996 conferisce all´interessato l´esercizio di specifici diritti, tra cui quelli di ottenere dal titolare la conferma dell´esistenza o meno di propri dati personali e la loro comunicazione in forma intelligibile; di avere conoscenza dell´origine dei dati, nonchè della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento; di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonchè l´aggiornamento, la rettificazione o, se vi è interesse, l´integrazione dei dati; di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento.

Titolare del trattamento è l´A.S. Amatori Castelfusano con sede legale, sino alla definizione di una sede definitiva, l´indirizzo del Segretario in carica.
Responsabile del trattamento è il Presidente dell´Associazione sig. Roberto Piero Burtone, domiciliato per la carica presso l´A.S. Amatori Castelfusano.

Il mancato conferimento dei dati, peraltro, inciderebbe sulla corretta gestione delle attività sopra indicate e ne potrebbe impedire lo svolgimento.

Spett.le
A.S. Amatori Castelfusano
Sede


OGGETTO: Consenso per l´A.S. Amatori Castelfusano al trattamento dei dati personali comuni e sensibili

Preso atto dell´informativa fornitami ai sensi dell´art. 10 della Legge 31.12.1996. n. 675 e successive modificazioni, acconsento al trattamento dei miei dati personali e sensibili (artt. 11 e 22), alla comunicazione degli stessi ai soggetti indicati nell´informativa (art. 20), nonché al loro trattamento da parte dei soggetti destinatari della comunicazione.
torna indietro leggi Informativa  obbligatorio



[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata